f

In questi ultimi mesi l’attenzione si sta concentrando sull’attesa dell’entrata in vigore del Quinto Conto Energia tanto contestato e temuto anche per i cambiamenti normativi che andranno a modificare anche l’accesso agli incentivi. Dall’analisi di Terna, sul rapporto del sistema elettrico, gli impianti fotovoltaici attivi hanno generato corrente in sei mesi pari a quella prodotta in tutto il 2011.

Un risultato davvero sorprendente ed interessante che evidenzia come il settore continui a crescere nonostante in molti temessero una paralisi dell’attività legata anche alla difficile situazione economica. Un semestre che ha visto la produzione di 9254 Gwh contro i 9258 dell’intero 2011, dati che fanno ovviamente sperare in un incremento doppio entro fine anno.

Considerando alcuni fattori, tra i quali l’ottimo periodo favorevole per la produzione di energia fotovoltaica che inizia a maggio e dura per l’intero periodo estivo, in questa fase sicuramente si registrerà un boom. L’energia fotovoltaica rappresenta la scelta preferita dagli italiani che, oramai da qualche anno, per gli edifici di nuova costruzione si trovano a installare l’impianto con normalità. Il fotovoltaico assieme all’eolico e al geotermico hanno offerto una copertura pari al 18,2% del fabbisogno energetico nel mese di giugno, una percentuale che seppur indicativa evidenzia come sia possibile, organizzando al meglio il mix delle energie alternative, garantire un’energia pulita senza dover necessariamente ricorrere alle fonti energetiche tradizionali.

In termini di richiesta energetica, il rapporto mensile sul sistema elettrico, ha registrato un leggero calo rispetto all’anno precedente dovuto ad una lieve differenza di temperatura. Monitorando costantemente la situazione si ottengono dei dati utili da comparare con quelli dell’anno precedente affinché si possano concentrare le attività in maniera mirata continuando a lavorare, come fatto sinora, sul fotovoltaico considerando che i risultati ottenuti possono dirsi davvero soddisfacenti.